Uno degli ultimi romantici, con i piedi ben piantanti per terra e con lo sguardo rivolto verso il futuro. Dall’infanzia trascorsa nell’atelier di famiglia all’esperienza nella Giorgio Armani che gli ha dato un bagaglio professionale e culturale non indifferente fino al lancio del proprio marchio. Lo stilista Made in Abruzzo ha quell’animo sensibile che affascina. Parla di poesia, di emozioni e sensazioni, cos’altro desiderare da un designer di abiti da sposa?